Le Boncie: un classico del Chianti che non è Chianti Classico

8 marzo 2016 By Elisa 0


I vini delle Boncie hanno radici profonde, ancorate alle dure rocce del Chianti senese, e sono senz’altro tra quei vini che per noi identificano il territorio di Castelnuovo Berardenga. Il podere “è incastonato” tra i vigneti di San Felice con un meraviglioso affaccio su Siena.

Giovanna e Giorgio sono la dimostrazione che nel mondo dell’artigianato non c’è bisogna di essere squali dell’imprenditoria per ricavarsi il proprio spazio. Parlare con loro è gratificante perchè non sentirai mai porre enfasi sulla loro passione per la terra e per il loro vino, in quanto è un aspetto che danno per scontato, la base da cui partire per qualunque parole esca dalla loro bocca. Si tratta di vignaioli veri, che troverai sempre nella vigna a lavorare, perchè la cosa di cui vivono è il rapporto quotidiano con le loro piante.

Il loro vino è espressione eloquente di tutto questo, uno stile non banale che (fortunatamente) risente profondamente delle peculiarità climatiche di ogni annata.
La linea è composta dal 5 e dal gioiello “le Trame”. I loro vini non li troverete negli scaffali di enoteche, dovete prendervi un “giorno libero” ed andare a trovarli. E sarà sempre un meraviglioso viaggio, perchè alle Boncie il trascorrere delle stagioni è assecondato “naturalmente” con duro lavoro e continua voglia di affinare le tecniche che gli permettono di evitare trattamenti invasivi. In poche parole: eleganza, rispetto della terra ed studio costante.