Una sala che parla…

12 gennaio 2017 By Elisa 0

Una sala con vecchie (anzi… antiche) travi a vista, che già ti bastano ad annusare quante storie quei muri (in piedi dal lontano 1804) abbiano visto.
Un pianoforte (decisamente più attuale) che nobilita i 5 tavoli (la materia è di conforto: legno e “old” formica) che vestono la sala.
E tre varchi gemelli che portano nell’intimità di una saletta, all white i tavoli (solo 2) e le sedie, ed il fascino del fuoco che scoppietta dentro ad una stufa a legna nordic style.
Qualche lanterna, ed oggetti, che potrebbero sembrare “scollegati” ma che in realtà raccontano le passioni, lo stile, i luoghi e la filosofia “personali”, perché vogliamo che sia così, che quando un ospite entra nella nostra casa/officina/laboratorio/studio=ristorante respiri il calore che tutto questo inevitabilmente diffonde.
Bene, poi arriviamo noi, Elisa ed Alejandro, dalla Romagna una e dalla Catalogna l’altro, catapultati in questo straordinario Chianti, che come a tanti anche a noi ci ha ammaliato e rapito. L’accoglienza si può imparare, ma tutto è più semplice quando è innata, quando ciò che conta è far sentire come un re (o regina che sia) chi si siede alla nostra tavola, con una professionalità sottile, leggera, mai ostentata. Noi “sommelier”, noi “maitre”, noi “camerieri, prima di tutto e soprattutto siamo e ci presentiamo coi nostri nomi, perchè quando ci cercate sappiate chi siamo, lì per voi.
Certo che il lavoro si fa facile, quando ciò che racconti e proponi è la cucina dell’eclettico Chef Senio, e del fidatissimo  Daniele esecutore magistrale: mai banale, a volte estrema nell’idea ma rassicurante nella realizzazione, perché è questo che vi piace, lasciarvi sorprendere, guidare, stuzzicare, dove la regola del gioco è solo una: qualità, imprescindibile, e questa è la garanzia che possiamo darvi.

Fermi… questo è ciò che vi offriamo nella stagione fredda, ma all’arrivo delle rondini e quando i fiori sbocciano tutto cambia, e questa è un’altra storia che vi racconteremo tra qualche mese, intanto godetevi il fascino avvolgente dell’inverno Chiantigiano!!!