Lo Zabaione all’olio nuovo del Chianti alla Biennale di Firenze

21 novembre 2016 By Admin 0

Zabaione all’olio nuovo del Chianti, cachi e olive: sarà questo dolce insolito e gustoso il protagonista del cooking show con cui Senio Venturi si presenta, oggi, alla Biennale Enogastronomica di Firenze. L’Asinello, infatti, è uno dei sette ristoranti che si alterneranno per dare vita a “Il meglio di…”, l’evento aperto al pubblico dove i produttori nazionali di pasta, riso, olio, formaggi e salumi propongono le loro eccellenze: l’appuntamento con Senio ed Elisa è alla Casa della Biennale (EX3, Viale Giannotti 81-85, Firenze) alle 19.

L’Asinello è stato invitato alla Biennale Enogastronomica di Firenze direttamente dal direttore artistico della manifestazione, Leonardo Romanelli con cui Senio ed Elisa avevano già realizzato un cooking show in primavera, nell’ambito della Mostra dell’Artigianato. Lo Zabaione all’olio nuovo del Chianti, cachi e olive è un’idea che sta a metà tra un dessert e una merenda, il punto d’incontro tra lo zabaione, appunto, e il “vecchio” pane con l’olio.

E’ un piatto che nasce, come sempre, dalla stagionalità e dalla volontà di dare un’interpretazione diversa all’olio nuovo del Chianti, prodotto del territorio ed eccellenza di questa stagione: ne nasce un dolce con un forte contrasto salato, dato dalle olive, e dove l’olio nuovo – mescolandosi allo zucchero e alle uova dello zabaione – si adatta perfettamente all’idea di un dolce, tirando fuori un ché di vaniglia. Il resto lo si può scoprire soltanto con il palato…

La Biennale Enogastronomica di Firenze

Fino al 28 novembre Firenze è la capitale del buon vivere. Arte, musica, letteratura, convegni, appuntamenti tematici, sono la cornice ideale per mostre mercato, degustazioni e show cooking: la Biennale torna ad essere presidio per saperi e sapori da tutelare ma anche osservatorio attento e curioso verso tutto ciò che nell’enogastronomia è contemporaneità, ricerca e futuro.

Con l’edizione 2016 parte un nuovo corso di questa manifestazione. Tra innovazione e tradizione la Biennale diventa vetrina privilegiata sia per il miglior made in Italy sia per le eccellenze enogastronomiche del mondo.

Per saperne di più, scopri il programma.